Foto: Renato Gatta







Foto: Renato Gatta

L’ubicazione di TOLENTINO è particolarmente felice: sorge al centro della provincia maceratese, sulla riva sinistra del fiume CHIENTI, a 224 metri sul livello del mare. É circondata da ridenti colline dai colori molteplici ed irripetibili. In lontananza è possibile scorgere la catena dei SIBILLINI, che rievocano le affascinanti leggende del Tannhäuser, del Guerrin Meschino e della Sibilla nascosta nell’oscurità del suo antro. La posizione centrale in cui si trova, rende TOLENTINO baricentro ideale tra mare e montagna (infatti entrambi distano dalla città circa 40 Km e sono facilmente raggiungibili grazie ad un buon sistema di comunicazioni). Attualmente TOLENTINO conta più di 18.000 abitanti, attivissimi, come dimostrano le molteplici aziende presenti sul territorio, tra le quali alcune affermatissime come Arena, Poltrona Frau, Malagrida, Urbis, Delsa che sono riuscite ad imporsi sui mercati internazionali. Una menzione particolare merita la specializzazione raggiunta nella lavorazione delle pelli e del cuoio, attività presenti nella città già dai primi anni del XV secolo, di cui sono prosecutori Nazareno Gabrielli, Conceria del Chienti, Laipe e Pelletteria Rosanna. TOLENTINO non si dimostra attivo solo nel campo industriale: sono sempre più frequenti le attività culturali che coinvolgono la città intera. Tra queste si segnalano:

• la BIENNALE INTERNAZIONALE dell’UMORISMO nell’ARTE, istituita nel 1961 su intuizione del dott. LUIGI MARI;
• la MOSTRA dell’EDITORIA MARCHIGIANA, che si svolge nel complesso della Basilica di SAN NICOLA;
• la MOSTRA dell’ANTIQUARIATO;
"TOLENTINO 815", RIEVOCAZIONE STORICA della battaglia verificatasi nel 1815 tra l’esercito austriaco e quello comandato da Gioacchino MURAT Re di Napoli, che può essere considerata il primo tentativo per l’indipendenza italiana.


Foto: Renato Gatta






Foto: Renato Gatta